Tombeau de Ravel

Nella sua storia del pianoforte, Piero Rattalino scrive: “Il simbolismo si esaurisce in pratica con la grande guerra e ritrova una sua tardiva stagione solo con la suite Mana di André Jolivet (1935), con le Évocations dell’americano Carl Ruggles, e con i lavori scritti… Continue Reading

La mano sinistra di Ravel

Entriamo nel cuore di uno dei concerti più celebri di Ravel, il Concerto per la mano sinistra (1932). Dedicato al pianista Paul Wittgenstein, fratello del filosofo Ludwig, il concerto è uno dei risultati più maturi della tecnica compositiva di Ravel.… Continue Reading