Morton Feldman: Rothko Chapel

Due artisti, un compositore e un pittore, s’incontrano nei primi anni Settanta. Entrambi ai margini dell’establishment, trovano uno spazio dove fare risuonare distanze e analogie.   Morton Feldman ha amato la pittura quasi quanto la musica. I suoi incontri con… Continue Reading

Pianisti del nostro tempo: Alexandre Tharaud

Poliedrico e leggero, questi ci sembrano gli aggettivi più adatti al pianista Alexandre Tharaud. Il pubblico internazionale l’ha conosciuto come interprete di Scarlatti e di Rameau, prima del lungo affondo nella tradizione romantica e postromantica. Pertanto, è facile intuire a… Continue Reading

Scene sonore: oscure variazioni su Twin Peaks

Ai margini della serie TV, nata negli anni Novanta, nasce un album che ripercorre l’immaginario visivo di David Lynch.   A volte il cinema segue la musica, non il contrario. David Lynch si prepara a invadere, per la seconda volta,… Continue Reading

Classici del Novecento: i magnetofoni di Stockhausen

Sarebbe difficile sottovalutare i cambiamenti che sono avvenuti tra gli anni Cinquanta e i Sessanta del Novecento, quando il giovane Stockhausen animava i corsi estivi di Darmstadt. Presto il suo gusto per il nuovo avrebbe stravolto dall’interno buona parte del… Continue Reading

Grandi interpreti: Maria João Pires per Unione musicale

Un confronto tra Mozart e Schubert, nel segno delle trasformazioni di un genere fortunato quanto emblematico: la sonata per pianoforte.   Per una volta, mettiamo da parte l’interprete – la ritroveremo alla fine dell’articolo- e concentriamoci sul programma, quanto meno… Continue Reading

Kaija Saariaho e la passione di Simon Weil

Il 2016 è stato un anno importante per Kaija Saariaho. Dopo l’oratorio La Passion de Simone, dedicato a Simone Weil, la musica di Saariaho ha incontrato l’universo pulviscolare e complesso di Ezra Pound con Only the sounds remains. Riproponiamo il… Continue Reading

Festival d’Automne: la musica contemporanea sfida il presente

Nel vuoto ideologico del nostro tempo, politico quanto estetico, alcuni compositori portano avanti la loro ricerca con grande rigore. Il Festival d’Automne è da tanti anni, ormai, un rifugio per chi non lascia addormentare la sua capacità di ascolto, in… Continue Reading

Nascita del notturno: Elisabeth Joy Roe rilegge John Field

Allievo di Muzio Clementi, John Field ci ha lasciato una ragguardevole raccolta di Notturni per pianoforte e diversi concerti. Nato in Irlanda nel 1782 e morto a Mosca nel 1837, John Field deve la sua fama a due grandi eventi:… Continue Reading

Materiali Viennesi / 2

Concludiamo il nostro breve viaggio nei dintorni della grande Vienna, con i suoi musicisti e le influenze artistiche che hanno portato, anni dopo, alla nascita delle neoavanguardie.   Un modo storicamente tendenzioso di sbarazzarsi dell’inquietante “seconda Scuola di Vienna” (Schönberg,… Continue Reading