Schumann e la generazione del dubbio

Bisogna ammettere che se la musica per pianoforte di Robert Schumann è universalmente nota, non lo è abbastanza quella da camera e, in misura minore, anche quella sinfonica non gode, ancora oggi, di uno statuto estetico indiscutibile. Se Schumann è… Continue Reading

Glenn Gould nella ventre della musica

In un saggio dedicato all’arte di Glenn Gould, Edward Said scriveva: “Nel 1964 Gould lasciò il mondo concertistico e rinacque in seno all’universo tecnologico, che imparò a sfruttare per conquistare l’infinita riproducibilità, l’infinita ripetibilità (che battezzò “take-twoness”), l’infinita creazione o… Continue Reading