Pianisti del nostro tempo

La rubrica esplora le ultime frontiere della musica per pianoforte, sia attraverso i profili dei pianisti più promettenti sia attraverso i sogni, i fatti storici e le idee che hanno fatto la storia di questo strumento musicale. Se, infatti, il pianoforte era nel Settecento uno strumento ancora in buona parte da costruire tramite una serie di invenzioni tecniche e di esperimenti acustici (il pedale di risonanza, per esempio, arriva soltanto nei primi anni dell’Ottocento e la forma stessa dello strumento è cambiata molto nel corso dei secoli), sarà in pieno Ottocento che il piano conquisterà la sua attuale forma moderna.

 

Pianisti del nostro tempo: Kathleen Supové

Kathleen SupovéHa collaborato con alcuni dei più interessanti compositori del momento, deejay e protagonisti della scene elettronica (Jeff Mills). Parliamo di Kathleen Supové e del suo ultimo CD che orbita attorno a Debussy. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: François Couturier

couturier-thumbFrançois Couturier non è soltanto uno dei pianisti compositori più interessanti degli ultimi decenni, è anche il fondatore di quella particolare macchina del tempo che è il New Tarkovsky Quartet. Allusioni sofisticate a Pergolesi, Bach, Shostakovich si mescolano a improvvisazioni di chiaro rigore “classico” che vanno oltre il concetto, forse riduttivo, di variazione sul tema. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Kirill Gerstein

GersteinNell’attuale firmamento del pianismo internazionale, Kirill Gerstein occupa un posto particolare. Nato nel ’79 nella cittadina di Voronezh (Russia sud occidentale), il giovane studente di musica rimane folgorato dalla performance del vibrafonista Gary Burton e decide di continuare gli studi di pianoforte jazz in America, presso il Berklee College of Music. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Pierre-Laurent Aimard

Pierre-Laurent AimardUno dei motivi del successo di Pierre-Laurent Aimard risiede, probabilmente, nello spirito universale che anima la sua musica: da Bach a Mozart, da Boulez a Ligeti, passando attraverso molte diramazioni della musica del Novecento, Aimard non ha mai mostrato una simpatia esclusiva per il repertorio tradizionale, quello romantico e post-romantico (Chopin, Schumann, Rachmaninov, Scriabin). Ma nel suo universalismo, per così dire, non manca una direzione precisa. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Frederic Chiu

Frederic ChiuFrederic Chiu è un pianista che ha lavorato molto sulle trascrizioni per pianoforte dei grandi compositori. La trascrizione è un’arte sopraffina, occorre scegliere con attenzione le parti della composizione che possono essere rese al meglio dallo strumento ma, d’altra parte, si tratta di un genere interpretativo che non può escludere la conoscenza approfondita della partitura originale. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Rafal Blechacz

BlechaczL’imminente concerto italiano del giovane pianista Rafal Blechacz ci fornisce l’occasione per indagare intorno allo stile pianistico inaugurato da Chopin, dato che questo compositore è considerato il più appropriato per le doti esecutive di Blechacz. Uno stile che, nonostante i molti cambiamenti attraversati dal pianoforte nel corso del Novecento, è riuscito a resistere fino alle ultime braci consumate nello stile post-romantico di Rachmaninov e di Szymanovsky. Continua a leggere

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Dustin O’Halloran

Dustin O'HalloranNel mondo attuale ogni riferimento al pianoforte “classico” genera facilmente dei malintesi. Il pianoforte, infatti, ha ormai molti volti quanti sono i musicisti che lo suonano e dipende, quindi, sempre meno da regole universali quanto, semmai, da questioni di stile. Continua a leggere

 

 

 

 

Pianisti del nostro tempo: Alessandra Celletti

Alessandra CellettiIl pianoforte può essere uno strumento per raggiungere i misteri più profondi, le dimensioni invisibili della nostra vita se non dell’universo? Per Alessandra Celletti la musica è senz’altro un viaggio alla ricerca dell’essenza del suono. La sua musica accoglie suggestioni dalla classica del Novecento ma anche da voci più lontane nel tempo. In questa intervista parliamo del suo ultimo album, Above the SkyContinua a leggere

 

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *